Ristrutturazione Ex-Banco di Sicilia, ecco il bando

16/03/2015 - È prevista per la fine del mese la scadenza del bando pubblicato dalla Regione Piemonte per gli interventi di adeguamento dei locali e per altri lavoro dell’Ex Banco di Sicilia. La scadenza infatti è stata stabilita per il 30 marzo 2015 con l’appalto che prevede un importo totale di 725.122,44, di cui 37.116,58 per oneri di sicurezza contrattuali non soggetti a ribasso e 688.005,86 soggetti a ribasso.

La Regione Piemonte ha aperto la gara per cercare l’impresa che possa offrire il giusto servizio per la ristrutturazione dell’Ex Banco di Sicilia con adeguamento dei locali e degli impianti elettrici, di condizionamento e termoidraulici, da svolgere al primo piano, al secondo piano e nel sottotetto, ma anche nelle parti in comune con il Consiglio Regionale stesso. I lavori dovranno essere svolti entro il termine di 200 giorni a partire dalla data in cui è stato verbalizzato l’accordo.

Alla gara potranno è aperta a varie tipologie di partecipanti, sia per gli operatori economici con idonerità individuale, cioè imprenditori, società commerciali o cooperative, consorzi tra queste o consorzi stabili, che operatori con idoneità plurisoggettiva, come raggruppamenti temporanei, consorzi ordinari, e aggregazioni, Sono accettati anche operatori economici stranieri.

Non sono ammessi gli operatori economici che abbiano sede nei paesi inseriti nella cosiddetta “black list” dal Ministero dell’Economia, a meno che non siano in possesso delle autorizzazioni dello stesso Ministero. È vietato in tutti i modi per gli operatori partecipare in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio, anche partecipando in forma individuale, se si partecipa in un raggruppamento. L’idoneità alla partecipazione sarà verificata tramite il sistema AVCpass, con il quale la commissione potrà valutare se l’operatore è in possesso dei requisiti di carattere generale, tecnico-organizzativo ed economico-finanziario.

Per partecipare è obbligatorio il sopralluogo. Per effettuarlo è necessario fare richiesta di appuntamento al Settore Tecnico e Sicurezza, con la prenotazione che dovrà avvenire almeno 48 prima. L’esame dovrà essere fatto da un rappresentante legale o direttore tecnico del concorrente o ancora, da un soggetto che sia dipendente dell’operatore, che sia munito di delega.

In caso di raggruppamento di vario genere, il sopralluogo potrà essere effettuato da un incaricato da tutti gli operatori.

Per partecipare è richiesta, pena esclusione, una cauzione provvisoria pari al 2% dell’importo complessivo, cioè di 14.502,45 euro. Questi dovranno essere in titoli di debito pubblico garantiti dallo Stato e depositati in una tesoreria provinciale o presso aziende autorizzate, oppure in contanti con versamento, presso la tesoreria del Consiglio Regionale, oppure ancora per fidejussione bancaria o assicurativa. Sarà inoltre necessario pagare un contributo della legge in favore delle Autorità da 70,00 euro.

Il plico che contiene l’offerta deve essere sigillato ed arrivare al Consiglio Regionale del Piemonte entro le 12.00 di lunedì 30 marzo. La chiusura della busta deve essere ermetica recante un segno su materiale plastico come striscia incollata o ceralacca o altre tecniche. Sul plico devono essere presenti le informazioni riguardanti l’operatore economico, come denominazione, ragione sociale, codice fiscale, indirizzo di posta elettronica, e la dicitura della procedura. All’interno del plico devono essere presenti altre due buste sigillate con dicitura che indichi “A-Documentazione amministrativa” e “B-Offerta economica”.

Nella prima busta devono essere contenuti tutti i documenti del rappresentante legale dell’impresa, con altre dichiarazioni riguardanti il non trovarsi in stato di fallimento, liquidazione coatta oppure concordato preventivo. Nella seconda busta invece dovrà essere inserita la documentazione richiesta resa con marca da bollo da 16,00 euro, con offerta fornita dal rappresentante.

La procedura di aggiudicazione sarà a Piazza Solferino il 2 aprile 2015 alle 9.00 e ci potranno partecipare i rappresentanti legali delle imprese o persone delegate. Anche in caso di successive sedute pubbliche avranno luogo nello stesso luogo.

Per ulteriori informazioni riguardanti questo e altri bandi nella Regione Piemonte è possibile visitare il sito appaltitalia.it.





Questo è un articolo pubblicato il 16-03-2015 alle 17:30 sul giornale del 17 marzo 2015 - 652 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/agOS