Torino: auto e case con i soldi della Croce Rossa, ex dirigente di Pirosacco indagato

Croce Rossa Italiana 06/07/2017 - Avrebbe sottratto 400mila euro in sette anni per auto di lusso e immobili.

È questa l’accusa all’ex presidente della sezione di Pirosacco, Pierpaolo Cagnasso, e alla segretaria che curava i conti, relativa al periodo di tempo 2010-2017. I due dovranno ora rispondere di peculato e appropriazione indebita.

Il primo reato sarebbe relativo al periodo tra il 2010 e il 2013, quando la Croce Rossa era un ente pubblico economico senza fine di lucro e il presidente rivestiva la qualifica di pubblico ufficiale. Dal 1 gennaio 2014, ossia da quando l'Ente si è dotato di personalità giuridica, diventando un'associazione no profit si configurerebbe invece l'appropriazione indebita.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 06-07-2017 alle 14:38 sul giornale del 07 luglio 2017 - 173 letture

In questo articolo si parla di cronaca, croce rossa italiana, redazione, Sara Santini, articolo