Mancata vendita Iveco, avviato tavolo di lavoro. Il ministro Giorgetti: "Non è crisi ma politica industriale"

1' di lettura 23/04/2021 - “È un tavolo di politica industriale e non di crisi. Abbiamo capacità, impresa e domanda per avere sviluppo e progresso del settore”, così il ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti al termine del primo tavolo Iveco convocato al Mise che diventerà, dalla prossima volta, il tavolo permanente su Automotive.

“Non siamo contrari agli investimenti stranieri - ha detto Giorgetti riferendosi a Iveco e al mancato perfezionamento della vendita ai cinesi FAW JIEFANG - ma a quelli predatori stranieri. Questo governo vigilerà sulla qualità degli investimenti perché non vuole assistere inerme al pericolo della desertificazione industriale dell’Italia”.

Giorgetti ha però sottolineato “la necessità di stare al passo con i tempi e a coprire il gap tecnologico per vincere le sfide della mobilità sostenibile. Il PNRR libererà molte risorse per questo progetto e nostro compito è evitare che il dispiego di energie e fondi sia a favore di soggetti non italiani”.

“Mi fa piacere - ha concluso - che ci sia spirito e clima positivo tra aziende e sindacati. Credo che così si possa lavorare bene per l’interesse comune del Paese”.

Al tavolo Iveco erano presenti azienda, rappresentanti della filiera, sindacati, regioni Lombardia e Piemonte.






Questo è un articolo pubblicato il 23-04-2021 alle 11:27 sul giornale del 24 aprile 2021 - 127 letture

In questo articolo si parla di economia, roma, lazio, articolo, Antonello Staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bY7i