Università Stranieri di Perugia: torna in servizio il direttore generale Olivieri dopo il caso Suarez

1' di lettura 27/05/2021 - Olivieri è indagato per concorso in rivelazione di segreti d'ufficio in relazione ai contenuti della prova sostenuta da Suarez e falso per la delibera con la quale venne anticipata dal 22 al 17 settembre la sessione. Il direttore generale, difeso dall'avvocato Francesco Falcinelli, ha comunque sempre sostenuto la correttezza del proprio operato.

E' tornato al lavoro Simone Olivieri, direttore generale dell'Università per Stranieri di Perugia coinvolto nell'indagine sul presunto esame 'farsa' per la certificazione della conoscenza dell'italiano sostenuto da Luis Suarez. Il gip ha infatti revocato per lui la misura cautelare della sospensione dalle funzioni pubbliche disposta nel dicembre scorso. Per l'indagine su Suarez, Olivieri è stato raggiunto dall'avviso di conclusione indagini insieme all'ex rettrice Giuliana Grego Bolli, alla professoressa Stefania Spina e all'avvocato Maria Cesarina Turco.

Nei prossimi giorni la procura del capoluogo umbro potrebbe procedere con le richieste di rinvio a giudizio o di archiviazione. Nel provvedimento di revoca della sospensione, il gip, che ha accolto un'istanza dell'avvocato Falcinelli, ha sottolineato il comportamento processuale "corretto" di Olivieri. Il quale rispose per circa tre ore allo stesso giudice nell'interrogatorio di garanzia ed è stato sentito dal pm, su sua richiesta, dopo l'avviso di conclusione delle indagini.






Questo è un articolo pubblicato il 27-05-2021 alle 15:49 sul giornale del 28 maggio 2021 - 111 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b4Ot





logoEV