L'impatto dei dispositivi digitali sulla vista: conseguenze e possibili rimedi

4' di lettura 14/11/2021 - Nel 2021 è difficile, se non impossibile, pensare alla nostra vita senza computer, smartphone o altri dispositivi digitali.
Questa è l'era informatica per eccellenza: tutto si muove grazie alla rete, alle comunicazioni via internet e l'uso di questi supporti è diventato indispensabile per lavorare e studiare.

Non solo: anche la burocrazia sta diventando sempre più digitale, pertanto chi ancora non utilizza le nuove tecnologie è praticamente tagliato fuori dal mondo.

Se da una parte rende più semplici e veloci molti aspetti della nostra vita, l'uso prolungato dei dispositivi digitali ha anche alcune controindicazioni in particolare sulla nostra vista.

I sintomi e i disturbi riconducibili all'uso sempre più frequente dei vari dispositivi digitali possono variare da individuo a individuo.

Per questo è importante riconoscerli in tempo per evitare che possano trasformarsi in problemi più seri: vediamo quali sono e i possibili rimedi.

Problemi alla vista: ecco i campanelli d'allarme

Molti di noi per lavoro passano numerose ore davanti ad uno schermo.

Non solo chi lavora nelle professioni informatiche e digitali, ma anche impiegati, insegnanti o amministrativi hanno a che fare con computer e tablet tante ore al giorno, senza contare il tempo trascorso davanti allo smartphone per svago.

Tutto questo richiede uno sforzo notevole che grava tutto sui nostri occhi.

Non è un caso quindi che sempre più persone in tutto il mondo lamentano sintomi legati al discomfort fisico, uno dei problemi più diffusi e caratteristici dell'era moderna.

Ma quali sono i disturbi più comuni a cui bisogna prestare attenzione se si usano per tante ore i supporti informatici?

Ecco i principali campanelli d’allarme che dovrebbero farci prendere in seria considerazione la questione:

  • affaticamento della vista

  • dolore e bruciore agli occhi

  • secchezza oculare

  • particolare sensibilità alla luce

  • visione sdoppiata degli oggetti

  • bagliori o aloni attorno agli oggetti

  • mal di testa, mal di schiena, dolori diffusi tra spalle e collo

  • difficoltà notevole di concentrazione

Negli ultimi anni sono sempre di più le persone che hanno iniziato a soffrire di questi disturbi.

Spesso si pensa che sia sufficiente fare delle pause, trascorrere qualche ora in meno davanti allo schermo, fare qualche esercizio fisico in più.

Questi rimedi danno però un sollievo solo momentaneo: i problemi si ripresentano tutti nell'esatto istante in cui si riprende a studiare o lavorare con i dispositivi digitali.

Per poter ritrovare maggiore comfort per la visione ed il proprio benessere in generale è quindi necessario un rimedio definitivo, che agisca all’origine del problema: le lenti a supporto accomodativo hanno proprio questa funzione.

Lenti a supporto accomodativo per i disturbi da stress visivo

Le lenti a supporto accomodativo sono state create per permettere ai muscoli oculari di rilassarsi e quindi di affaticarsi di meno durante il lavoro davanti a uno schermo.

Sono lenti che garantiscono un'ottima visione sia da lontano che da vicino e che sono realizzate con protezione anti luce blu tipica di pc e smartphone, riducendo lo sforzo degli occhi di adattarsi a una luce non naturale.

Le lenti a supporto accomodativo intervengono evitando lo sviluppo dei sintomi di cui vi abbiamo parlato in precedenza.

Supportano la vista evitando l'affaticamento degli occhi e schermando gli occhi dalle luci artificiali degli schermi.

Questo comporta anche un miglioramento della postura e ciò non è affatto da sottovalutare. Pensate che il nostro corpo fa di tutto per adattarsi e consentire agli occhi di lavorare il meno possibile. Spesso ci sediamo in maniera sbagliata, tendiamo troppo il collo o irrigidiamo le spalle e questo comportamento involontario può provocare dei dolori a testa e schiena.

Le lenti a supporto accomodativo facilitano il lavoro degli occhi e, pertanto, evitano che si assumano posizioni errate durante il lavoro o lo studio.

Hanno inoltre il vantaggio di essere adatte a chiunque. Vanno bene per chi ha problemi di vista così come per chi non porta occhiali o lenti a contatto. Le possono indossare giovani e anziani e, adottate per tempo, prevengono l'insorgere dei disturbi da stress visivo.

L'impatto dei dispositivi digitali sulla vista, quindi, può essere attenuato se si trovano i giusti rimedi e, attualmente, le lenti accomodative sono il rimedio più efficace.

Chiedete consiglio ad un centro ottico specializzato (per esempio VisionOttica San Federico nel centro di Torino, specializzato in questo tipo di lenti) e ricordate che potete usarle anche se non lavorate tutto il giorno al pc. Infatti sono perfette anche per chi usa i dispositivi digitali anche solo per svago, ma trascorre comunque diverse ore davanti a questi schermi.

Non sottovalutate i sintomi e fatevi consigliare: le lenti accomodative sono una soluzione a portata di tutti, definitiva, comoda e moderna.






Questo è un articolo pubblicato il 25-11-2021 alle 14:32 sul giornale del 14 dicembre 2021 - 109 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cwl8





logoEV