Rapina un anziano del borsello, arrestato il responsabile

2' di lettura 29/08/2022 - Nel pomeriggio di lunedì 22 agosto, personale della Squadra Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale ha tratto in arresto per rapina aggravata un cittadino marocchino trentaseienne, indagandolo altresì per lesioni personali aggravate, nonché denunciato un secondo cittadino marocchino nei cui confronti gravano forti indizi di colpevolezza in ordine al reato di ricettazione.

Ad attirare l’attenzione degli agenti, impegnati nel servizio di controllo del territorio nella zona di piazza Rebaudengo, un passante che segnalava di aver appena assistito allo scippo di un borsello ai danni di anziano da parte di un cittadino straniero che camminava con una bicicletta al seguito.

Il presunto aggressore non riuscendo inizialmente a farsi consegnare il borsello, avrebbe colpito la vittima scaraventandogli addosso la bicicletta per poi darsi alla fuga a piedi. Il velocipede utilizzato per l’aggressione a scopo di rapina verrà successivamente rinvenuto e sequestrato da personale del Comm.to Barriera Milano impegnato, contestualmente, in un servizio straordinario di controllo del territorio in quella zona.

I poliziotti delle Volanti hanno rintracciato immediatamente il malcapitato, un cittadino italiano di 85 anni, vistosamente ferito alle braccia ed alle gambe; gli agenti, prestategli le prime cure, lo hanno affidato a personale del 118 per il successivo trasporto in ospedale.

Reperite le descrizioni dell’indiziato della rapina, lo hanno poi intercettato su via Lauro Rossi. Alla vista dei poliziotti, l’uomo si è diretto correndo in direzione via Cigna e, arrivato in corrispondenza del muro di cinta dell’ex fabbrica Godrand, lo ha scavalcato cercando riparo all’interno della fabbrica. Gli operatori hanno continuato le ricerche e fermato il soggetto, un cittadino marocchino di 36 anni, che aveva trovato riparo dietro alcuni alberi insieme ad un connazionale di 26 anni, al quale era riuscito a passare parte della refurtiva sottratto all’anziano: nelle sue tasche, infatti è stato rinvenuto il denaro contante che era custodito nel borsello della vittima; nello zainetto dell’altro, erano presenti gli occhiali dell’85enne.

Entrambi i fermati sono irregolarmente residenti sul territorio nazionale ed hanno precedenti di polizia specifici per reati contro la persona ed il patrimonio.

I poliziotti hanno arrestato il cittadino marocchino trentaseienne in quanto gravemente indiziato di rapina aggravata e lo hanno indagato per lesioni personali; il connazionale ventiseienne è stato denunciato per ricettazione. La refurtiva, interamente recuperata, è stata restituita alla vittima.

Il procedimento penale si trova attualmente nella fase delle indagini preliminari, pertanto vige la presunzione di non colpevolezza degli indagati, sino alla sentenza definitiva.







Questo è un articolo pubblicato il 29-08-2022 alle 11:37 sul giornale del 30 agosto 2022 - 132 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dmP3





logoEV