utenti collegati

La caverna delle meravigle progetto della repubblica di Platone – I capitolo

5' di lettura 18/11/2022 - Il primo capitolo del Progetto Repubblica di Platone è uno spettacolo partecipato in cui, partendo dal mito della caverna di Platone, i più piccoli sono accompagnati in un viaggio alla scoperta di oggetti fantastici e di come, oltre il rapporto tra l’oggetto e il bambino, si possano sviluppare percorsi ideali di comprensione del mondo in cui viviamo. Venerdì 25, Martedì 29, Mercoledì 30 novembre, ore 10.30 Giovedi 1, Venerdì 2 dicembre, ore 10.30 LA CAVERNA DELLE MERAVIGLIE PROGETTO REPUBBLICA DI PLATONE – I CAPITOLO Fondazione TRG Drammaturgia Paola Fresa Da La Repubblica di Platone Con Mariajosé Revert Signes Regia Emiliano Bronzino Assistente alla regia Ornella Matranga Progetto scenico Francesco Fassone Assistente alle scene Jessica Koba Consulenza alle ombre Irene Paloma Jona

Il primo capitolo del Progetto Repubblica di Platone è uno spettacolo partecipato in cui, partendo
dal mito della caverna di Platone, i più piccoli sono accompagnati in un viaggio alla scoperta di
oggetti fantastici e di come, oltre il rapporto tra l’oggetto e il bambino, si possano sviluppare
percorsi ideali di comprensione del mondo in cui viviamo.
Platone offre un’enorme fonte di spunti di riflessione. La Repubblica affronta la costruzione di uno
Stato ideale, specificamente con riflessioni profonde sul bene comune e sul vivere in comunità.
Platone nel dialogo ci spinge a ragionare sul destino della vita individuale e sociale degli uomini. Nel
mondo di oggi è fondamentale ragionare proprio su questo equilibrio instabile tra il singolo e la
comunità, soprattutto alla luce delle conseguenze che due anni di pandemia ci hanno lasciato.
Risulta quindi importante una riflessione approfondita di cosa significa vivere in comune,
sviluppando i temi trattati nell’opera di Platone come l’educazione, il mito della caverna, la ricerca
del bello.

Sophia (incarnazione della sapienza) si trova fuori dalla caverna in cui ha vissuto gran parte della sua
vita. Un dilemma la tormenta: rientrare per convincere gli amici che sono rimasti nell’antro a
seguirla fuori o continuare la sua nuova vita alla scoperta delle meraviglie del mondo, incurante del
buio futuro che attende i suoi simili? Il superamento della paura da parte di Sophia segna l’inizio
di un’avventura nel cuore della caverna, alla scoperta di un mondo capovolto. Il viaggio che i
giovani aiutanti della nostra eroina si troveranno a fare sarà un percorso di consapevolezza delle
bellezze del mondo e delle risorse che ognuno di noi ha e può mettere a disposizione della propria
comunità.
Dalla visione dello spettacolo emergono le seguenti tematiche:
- il tema della prova come superamento del limite e della paura dell’ignoto e dell’errore.
- il tema del viaggio come percorso esperienziale e di crescita individuale e collettiva.
- il tema del coraggio come processo di riconoscimento delle proprie risorse personali a servizio
della collettività.
- il tema della comunità come patrimonio indispensabile alla realizzazione del singolo nel rispetto
del contesto di appartenenza.
- il tema del bello come processo di scoperta della realtà che ci circonda, di tutela della natura e di
educazione al rispetto delle leggi che la governano.
- il tema della scoperta come attitudine indispensabile all’uomo per una vita tanto consapevole
quanto felice.
Nello spettacolo convivono momenti di teatro di figura (manipolazione di oggetti, utilizzo delle
ombre) con altri di teatro d'attore e di parola. Sarà presente anche una forte interazione tra
spettatori, anche per i più piccoli, e azione scenica.
L'azione è itinerante tra diversi spazi, dopo una prima scena di introduzione allo spettacolo i
bambini saranno invitati a entrare nello spazio-caverna dove scoprire, attraverso il racconto e
l'azione, come conoscere ciò che ci è ignoto.
Dai 3 anni

La FONDAZIONE TEATRO RAGAZZI E GIOVANI ONLUS, presieduta da Alberto Vanelli e diretta da Emiliano
Bronzino, è riconosciuta dal Ministero della Cultura quale Centro di Produzione Teatrale per l’Infanzia e la
Gioventù. È partecipata da Regione Piemonte, Città di Torino ed è sostenuta dalla Compagnia di San Paolo.
PROSEGUE la missione individuata alla fine degli anni Sessanta dai fondatori del Teatro dell'Angolo,
continuandone il quarantennale percorso storico-artistico, volto a diffondere la cultura teatrale tra i giovani
e a favorirne l'incontro con altre espressioni artistiche. Tra le sue attività principali, l’intervento sul territorio,

con progetti rivolti a insegnanti, educatori, oltre naturalmente a bambini, ragazzi, giovani e alle loro famiglie.
PRODUCE E DISTRIBUISCE SPETTACOLI in Italia e all’estero, per i quali ha ricevuto numerosi premi e
riconoscimenti.
Dal 2006 gestisce la CASA DEL TEATRO RAGAZZI E GIOVANI, dove programma, ogni anno, una ricca stagione
di spettacoli per le scuole, per le famiglie e per i giovani, ospitando oltre 240 rappresentazioni e accogliendo
oltre 40.000 spettatori
EMILIANO BRONZINO, nato a Torino nel 1974, è regista teatrale riconosciuto a livello nazionale e
internazionale, è stato Direttore Artistico di Spazio KOR e dirige il festival AstiTeatro dal 2017. Ha partecipato
alla organizzazione e realizzazione di diversi progetti nazionali e internazionali, collaborando con molti enti
di eccellenza nazionale, tra cui il Piccolo Teatro di Milano, la Fondazione INDA, il Teatro di Roma, il Teatro
Eliseo, la Fondazione TPE. Attualmente è Direttore Artistico della Fondazione TRG dove è stato nominato a
seguito di una selezione con evidenza pubblica nel giugno 2020. Come regista dal 2002 collabora con l’INDA
dove partecipa a diverse produzioni nella stagione del teatro Greco di Siracusa. Nel 2020 vince il Bando Ora!
di Compagnia di San Paolo per il progetto Architettura della Disobbedienza, realizzato con Francesco Fassone
lo spettacolo in collaborazione con il dipartimento di Design del Politecnico di Milano. All’estero ha lavorato
in Francia, Russia, Cina e soprattutto in Spagna dove ha firmato diverse regie per il teatro pubblico Teatres
de la Generalitat Valenciana, il CRC e Purnateatre.
Fondazione TRG
CASA del TEATRO RAGAZZI e GIOVANI C.so Galileo Ferraris, 266 – 10134 Torino
tel. 011/19740280 - 389/2064590 biglietteria@casateatroragazzi.it
BIGLIETTI:
Intero € 13
Ridotto € 11 (over 65, abbonati stagione 2022/2023, associazioni e CRAL convenzionati)
Ridotto giovani € 8 (dai 14 ai 25 anni)
Ridotto ragazzi € 7 (under 14)
Ridotto Allievi € 6 (riservato agli allievi della SCUOLA DI TEATRO 2022/2023)
Acquisto on line casateatroragazzi.it








Questo è un articolo pubblicato il 18-11-2022 alle 09:03 sul giornale del 19 novembre 2022 - 32 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dDpe





logoEV