utenti collegati

Quali sono le password sbagliate più scelte dagli italiani

3' di lettura 20/11/2022 - Una ricerca condotta da NordPass ha svelato quali sono le password meno efficaci e più scelte in Italia: ecco le cattive abitudini degli italiani

In base a quanto emerge dallo studio, gli italiani sono tra i primi posto nel mondo in fatto di banalità quando si tratta di scegliere una parola da utilizzare come password. Lo studio è stato realizzato in collaborazione con un team di ricercatori indipendenti che hanno esaminato un database di 3 terabyte: la ricerca rivela che l’83% degli elementi analizzati può essere decifrato dai pirati informatici in meno di un secondo. Oltre a essere banali, gli italiani raramente cambiano le proprie password: il 73% dei codici analizzati, infatti, sono gli stessi dell’anno precedente. Un dato negativo visto che cambiare spesso password è uno dei metodi più efficaci per difendersi dai malintenzionati sul web. Per il secondo anno consecutivo, la password più utilizzata in Italia è “123456“: una sequenza numerica banale e inefficace che richiede meno di un secondo per essere decifrata da chi vuole entrare su un account non di sua proprietà. Da questo punto di vista, comunque, gli italiani sono in buona compagnia perché “123456” si colloca in cima alle preferenze degli utenti di Canada, Germania, Brasile, Norvegia, Spagna, Nigeria e tante altre Nazioni. Nelle prime posizioni della classifica che rivela le password più usate, ci sono anche altre sequenze numeriche simili: “123456789” è al secondo posto, “12345” è all’ottavo posto, “12345678” al nono, “1234” al dodicesimo e “1234567890” al diciassettesimo. In base alla classifica stilata da NordPass, tra le password più utilizzate al mondo, al secondo posto dopo “123456” troviamo proprio “password”, non il massimo in termini di sicurezza. In Italia è la terza più usata. Restando nel nostro Paese, al quarto posto troviamo “ciao” che come i codici precedenti richiede meno di un secondo per essere decifrata. Una sua variante, “ciaociao“, occupa invece la settima posizione. Oltre ad aver stilato la classifica delle password più usate e vulnerabili d’Italia, NordPass ha fornito alcuni consigli utili agli utenti per migliorare la propria sicurezza online, come privilegiare password lunghe e complesse, non utilizzare la stessa sequenza e usare un gestore di password, strumento efficace per proteggere i dati, gli account dei social network e quelli dei servizi bancari. Molto diffusi e decisamente poco efficaci i nomi propri di persona: tra i più usati ci sono “martina” e “giulia” che occupano rispettivamente il decimo e l’undicesimo posto. Parlando di nomi, seguono “francesca” al quindicesimo posto e il corrispettivo maschile “francesco”, inserito alla posizione numero sedici. Gli italiani sanno essere anche romantici quando devono scegliere una password: in tredicesima posizione c’è “amoremio” che richiede in media tre ore per essere decifrata. Bastano dieci secondi, invece, per bypassare la password “tiamo“. In tanti, invece, utilizzano anche bestemmie e parolacce come password, mentre nella top 20 delle più usate c’è anche “qwerty”, ovvero le prime lettere della tastiera in alto a sinistra.






Questo è un articolo pubblicato il 20-11-2022 alle 08:23 sul giornale del 20 novembre 2022 - 38 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dDMM





logoEV