utenti collegati
SEI IN > VIVERE TORINO > ATTUALITA'
lancio di agenzia

Cospito, avvocato Vitale: "In caso di morte, responsabilità dello Stato"

1' di lettura
20

"C'è ancora soluzione: non liberarlo, ma tenerlo in carcere senza 41 bis"

(Torino). "Quando muore una persona nella disponibilità dello Stato, lo Stato ha una responsabilità. Qui ci sarebbe eccome, perché lo Stato ha rifiutato ogni interlocuzione, con gli apparati giudiziari o politico amministrativi, utilizzando linguaggi da anni Settanta da strategia della tensione - così Gianluca Vitale, avvocato penalista di Torino, sostituto dell'avvocato di Alfredo Cospito Flavio Rossi Albertini sotto la Mole - Sicuramente c'è ancora una soluzione a questo caso, che non è quello di liberare Cospito, ma quello di lasciarlo in carcere in condizioni compatibili con un Paese civile, cosa che ora non è. La colpa ricadrebbe sicuramente negli apparati dello Stato". (Sara Iacomussi/alanews)




Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 01-02-2023 alle 17:42 sul giornale del 02 febbraio 2023 - 20 letture






qrcode