utenti collegati
SEI IN > VIVERE TORINO > ATTUALITA'
articolo

Turisti innamorati di Torino e del Piemonte: boom di americani. Cresce anche il mercato interno

2' di lettura
52

Dal 4 agosto aperte le visite notturne dalla cupola della Basilica di Superga

Torino e il Piemonte sono irresistibili al fascino dei turisti. Italiani e stranieri hanno preso d’assalto sia il capoluogo sabaudo che la regione, come rivelato dall'Osservatorio turistico della Regione. Più in generale è tutto il settore analizzato da Visit Piemonte, società in house della Regione e di Unioncamere, a essere in crescita: per esempio, rispetto ai primi sei mesi dell'anno scorso gli arrivi sono aumentati del 14,3% e le presenze sono cresciute del 10,1% con record di crescita del 50% di pernottamenti di turisti provenienti dagli Stati Uniti, poi seguono quelli da Francia, Svizzera e Germania. Dati confortanti anche per quello che riguarda i turisti provenienti dall’Italia: c’è stata una crescita degli arrivi intorno al 25%. Le regioni più prolifiche: Lazio, Veneto ed Emilia-Romagna, con laghi e colline che registrano l'incremento più consistente, tra il 10 e il 20%, pur con le presenze concentrate soprattutto a Torino e prima cintura, dove si supera oltre il 35% dei pernottamenti regionali. Numeri importanti certificati anche dal traffico dell’aeroporto di Caselle, che dall'inizio dell'anno ha contato 2.268.490 passeggeri (+18,7% rispetto al 2022). Tutti i turisti a partire dal 4 agosto fino al 39 settembre potranno usufruire di un’attrazione in più: la vista panoramica di Torino dall’alto, in particolare dalla cupola della Basilica di Superga. Il servizio sarà attivo ogni venerdì e sabato (dalle 19 alle 21, oltre al consueto orario diurno). Chiesa e cappella saranno accessibili gratuitamente, mentre l’affaccio panoramicò costerà 3 euro (ridotto 2 euro) e gratis per bambini dai 6 ai 12 anni (accesso non consentito al di sotto dei 6 anni). Prenotazione obbligatoria per i gruppi di oltre 12 persone. Accesso serale solo di sabato anche per Sala dei papi, chiostro e tombe reali. Insomma impossibile resistere al fascino di Torino e del Piemonte.



Questo è un articolo pubblicato il 05-08-2023 alle 18:08 sul giornale del 06 agosto 2023 - 52 letture






qrcode